Rete Solidale YouAid ONLUS

C.F. 94023870069

​​Chiamaci:

+39 348 8871790

Trovaci: 

Via Brigata Tortona 29,

15057 Tortona AL

Il 5 Luglio 2019, mentre cominciava la costruzione delle fondamenta, veniva lanciata la raccolta fondi per la costruzione dei muri. In 25 giorni,  grazie ad una strepitosa campagna di crowdfunding, è stato possibile raccogliere i 10.000 € necessari.

 

Il 30 Luglio è cominciata immediatamente la costruzione dei muri ed è stata creata una nuova campagna per la raccolta fondi dello step successivo: il tetto, il quale avrà un costo di 8.000 €.

La spesa totale sarà di circa 32.000 € complessivi. 

Il progetto architettonico è curato dall'Associazione ATEPE che, come YouAid, lavora in modo volontario.

Michele ha deciso di restare in Congo a lavorare spostando il rientro ed è possibile seguire il suo racconto in diretta cliccando qui.

Una scuola non cambia le sorti dell'Africa, ma rappresenta un bell'esempio di partecipazione. E in questo periodo un buon esempio è più utile che mai. 

Questo progetto nasce nel 2017 da alcune mamme del villaggio di Mboko, in Sud Kivu, che Michele Tranquilli ha incontrato e con cui ha trascorso diverse settimane. Insieme è nata l'idea di costruire una scuola con gli abitanti per poter garantire un futuro migliore ai loro figli.

La regione del Sud Kivu è dilaniata da decenni di guerriglia; i giovani senza istruzione e senza speranze trovano come unico rimedio quello di unirsi alle milizie di ribelli. E lo fanno già dai 12 anni.

Per questo motivo è importante garantirgli un'istruzione adeguata.

Lungo il percorso abbiamo incontrato FAPE, una associazione congolese con sede nel villaggio che è diventata il nostro partner locale di fiducia. 

Abbiamo raccontato il nostro progetto nel febbraio del 2018 al HRF di Agenzia Spaziale Europea, a Darmstadt, in Germania, e abbiamo ricevuto i primi 5.000 € di finanziamento che,insieme ad altri 2.900 raccolti attraverso diversi eventi, hanno reso possibile realizzare le fondamenta della scuola.

IL PROGETTO

fape

Sono i partner locali che hanno ideato il progetto. Conoscono benissimo il territorio e sviluppano progetti di ricaduta sociale per la popolazione cercando partner internazionali.

youaid

Si occupa della parte progettuale attiva sul campo insieme a FAPE e alla comunicazione e fundraising. YouAid è sul campo a lavorare gratuitamente e con le mani

atepe

È l'associaizone di architetti volontari che per prima ha contattato FAPE e che sta sviluppando il progetto architettonico, scegliendo la soluzione che si adatta meglio alle esigenze locali.

Sono stati i primi a credere nel progetto e a finanziare i primi 7.000 euro attraverso un evento dedicato e lo Humanitarian Relief Fund di ESA. 

Come loro, anche questo progetto punta molto in alto e il loro appoggio trasmette fiducia

agenzia spaziale europea